martedì 10 febbraio 2015

[COMMENTI] Libertè, quando un vampiro è seduto al tavolo!


Avete presente quando sai di conoscere una persona ma non l'hai mai vista?
Ecco, la serata che sto per raccontarvi è stata una cosa del genere.

E' da qualche tempo che ho avuto la malsana idea di entrare a far parte del gruppo di WhatsAp della Tana dei Goblin; malsana perché la batteria del cellulare si è praticamente dimezzata e le sedute sul gabinetto sono diventate interminabili vista la mole di messaggi ad ogni ora del giorno e della notte.
Tutto ciò però è bellissimo perché ti permette di conoscere virtualmente un sacco di appassionati, di persone che alla fine hanno i tuoi stessi problemi quotidiani ma che in fondo possiedono la tua stessa malattia: i giochi da tavolo.

E' da un po' che c'è in ballo di organizzare una serata con Kenparker ma per impegni vari non siamo mai riusciti ad incontrarci. 
Sembra però che venerdì sera saremo liberi entrambi quindi scatta l' "appuntamento al buio"! 
Contatto Enzo (Altro Goblin) e ci accordiamo per il genere di giochi da portare.
Saremo in tre, un numero "insipido" per i titoli che vogliamo provare.
Ken però ha una magnifica idea: perché non chiedere a qualcuno del gruppo di WhatsAp se è disponibile per una giocata?
Rispondono all'appello il GrandeMu, Morg e Ghavriel.
A sentire Morg la tensione è palpabile, lui non conosce nessuno dei presenti o meglio, li conosce tutti ma virtualmente.
La sua paura più grande è quella di essere rapito e seviziato mentre giochiamo ad un bel gioco in tavola, magari Love Letter!
Cerco di rassicurarlo dicendo che amiamo solo German Games ma questo credo lo abbia ulteriormente spaventato! 

I primi ad arrivare sono Kenparker e Ghavriel rispettivamente in modalità Babbo Natale ed elfo aiutante: trascinano un grosso sacco pieno zeppo di giochi!
Arriva poi il GrandeMu, quando lo vedo scendere dall'auto mi casca la mascella: ODDIO, UN VAMPIRO!.
La sua lunga chioma, la sua pelle pallida e i guanti che indossa non lasciano dubbi: devo chiamare subito Blade!
Da dietro il muro di cinta vediamo far capolino Morg, era nascosto e ci stava spiando, voleva capire se fidarsi o meno....
Poco dopo arriva anche Enzo, la compagnia dell'anello è al completo, possiamo cominciare!

 

Ken ci spiega Libertè, gioco di maggioranze con controllo territorio del mitico Martin Wallace.
Dovremo posizionare alcuni tasselli in legno (rossi, blu o bianchi) sulle varie province a seconda delle varie carte che abbiamo in mano e poi posizionare il segnalino del nostro colore sopra la pila per identificare che sia la nostra giocata.
Quando tutti i segnalini di un colore sono stati piazzati finisce il turno e si conteggiano i punti.
Spiegato così non rende giustizia ma, come ben sapete, su questo blog non si parla di "tecnicismi" (Non siamo capaci) ma di sensazioni, di feeling con il gioco.
Per quanto mi riguarda ho capito il "giro del fumo" alla fine del secondo round, prima sono rimasto abbastanza spiazzato!
E' un gioco a mio modo di vedere molto interessante ma che va assimilato con più partite, non è assolutamente un gioco da proporre a persone alle prime armi.
Credevo di digerirlo più in fretta invece mi è stato indigesto fino a metà partita dato che non ha come punto forte l'immediatezza.


C'è da dire anche che "Libertè" trasforma decisamente le persone, da timide e timorose ad arroganti e presuntuose!
All'inizio tutti sembravano impauriti nel dar fastidio agli altri giocatori ma dopo un primo turno si è scatenato un putiferio!
Addirittura Ghavriel che sembrava il più pacato e tranquillo di tutti, ha tentato di mettere le mani al collo a Ken cercando di strappargli i capelli (Quali!?)!
Io invece sono andato sul sicuro e ho tentato di strappare i capelli al GrandeMu, mossa alquanto più facile!
Insomma, in conclusione a me il gioco è piaciuto, devo ammettere di avere un debole per Wallace (Discworld mi fa impazzire) perciò credo di non essere proprio obbiettivo nel giudizio.
Lo rigiocherei volentieri magari tenendo un altro colore, il rosa mi ha davvero reso triste!.
Componentistica non da urlo, anche le carte non sono il massimo e il tabellone potrebbe essere uno dei più tristi mai visti nella storia ma nell'insieme il tutto "fa il suo dovere"!. 


Anche se l'ora è tarda decidiamo di buttarci su "The Resistance: Avalon".
Spiega il regolamento sempre Ken (Che sarà il cicerone della serata) in maniera perfetta, lineare e professionale!
Voci di corridoio dicono sia il miglior insegnante di questa "disciplina": RuleMasterMan!
Anche qui ci si scanna alla morte, l'arroganza serpeggia ma il gioco scorre veloce e senza intoppi. 
Un magnifico party game che da il meglio di se in tanti giocatori (Massimo 10).
Ci si divide in due fazioni (Buoni, fedeli a Re Artù e cattivi fedeli a Morder) e si tenta, fra intrighi ed alleanze, di portare a termine un tot di missioni.
Il gioco fa della semplicità il suo punto di forza, riesce a coinvolgere e creare molta ambientazione.
Va giocato con il gruppo giusto, quindi assolutamente non come la tavolata di questa particolare serata! Giocarlo con un Vampiro è improponibile, crea troppo squilibrio vista la sua abilità di lettura nel pensiero! 


Non contenti buttiamo sul tavolo un altro gioco: Coup!
Non lo conoscevo e me ne sono innamorato perdutamente! 
Altro gioco di bluff ma che porta l'arroganza a livelli mai visti, vedere Morg pugnalare ripetutamente Ken sul finale è stato qualche cosa di epico! 
Non so neanche io come fare a spiegarvi le regole, se vi interessa vi lascio una perfetta recensione da parte di Giochi sul Nostro Tavolo:

http://pinco11.blogspot.it/2013/05/recensione-coup.html

Fidatevi, se doveste trovarlo e sapete di avere il gruppo giusto prendetelo assolutamente, vi farete di quelle risate titaniche e, purtroppo, anche lividi titanici!

Che dire, una magnifica serata!
Sembrava davvero ci conoscessimo da sempre, l'atmosfera è stata perfetta in pieno stile "Gruppo di WhatsAp" carica di risate, sfottò e amicizia.

L'unica nota stonata di questo incontro, che devo scrivere per forza per mettervi in guardia, è che mentre ci salutavamo ho visto Morg con il bavero della giacca abbassato e due buchi sul collo....
Spero di riuscire a salvarmi la prossima volta, che sia rimasto solo io l'unico umano!?




6 commenti:

  1. Ahahah quanta arroganza in una sola serata!!!

    Vi voglio bene <3
    Morg

    RispondiElimina
  2. Saluti e ringraziamenti dal vampiro!

    RispondiElimina
  3. Bella storia Roz, è sempre un piacere trovare conferme di quanto sia bello, aggregativo e sano giocare da tavola!
    Soprattutto è sorprendente vedere quante amicizie speciali nascano grazie a questa Passione che ci accomuna! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già mitico Max, dici proprio bene! ;)
      Credo che la vera forza sia proprio questa!

      Elimina
  4. Adoro le bande di brutti ceffi....
    nota: io coup ce l'avevo print&play ma sono riuscito a giocarlo molto poco...

    RispondiElimina
  5. Che bella serata!!
    Io Coup lo adoro invece nella sua veste fantascientifica

    RispondiElimina